Figure Professionali
Professioni

Esperto in produzioni animali, Esperta in produzioni animali

L‘ ESPERTO IN PRODUZIONI ANIMALI opera nella gestione tecnico economica degli allevamenti, realizzando mangimi, formulando razioni e gestendo problemi relativi al miglioramento genetico e alla gestione degli accoppiamenti. Verifica il processo di trasformazione delle produzioni in alimenti di origine animale garantendo il rispetto delle normative. In qualche caso lavora alla commercializzazione di alimenti zootecnici (integratori, mangimi e foraggi) e prodotti destinati all’allevamento.

leggi tutto

Figure di prossimità

Quali norme regolano la professione

Non vi sono norme specifiche che regolano la professione. Non sono richiesti esami di stato specifici per accedere alla professione.

In passato si poteva far riferimento all’albo dei Dottori Agronomi e Forestali (D.P.R 328/2001) che aveva istituito la professione dello Zoonomo inserendolo nella sezione B dell’albo professionale. A questa sezione potevano accedere i laureati triennali in classe 38 o 40 del vecchio ordinamento- (scienze e tecnologie zootecniche e delle produzioni animali), ossia gli attuali Esperti in produzione animale, ma una sentenza del Consiglio di Stato (22 marzo 2005) ha sospeso l’accesso alla professione accogliendo un ricorso presentato dall’Ordine Nazionale dei Medici Veterinari (FNOVI). Ad oggi, quindi, per gli Esperti in produzione animale, non esiste la possibilità di sostenere l’esame di stato per l’abilitazione professionale a Zoonomo.

In termini di opportunità, per i laureati magistrali in classe LM86 (scienze e tecnologie agrozootecniche) rimane la possibilità di accedere alla sezione A dell’albo dei Dottori Agronomi e Forestali ottenendo il titolo di Dottore Agronomo. L’iscrizione all’Albo permette l’esercizio della libera professione ed è obbligatoria per esercitare il diritto di firma su documenti a valenza pubblica.

Livello EQF

VII livello del Quadro Europeo delle Qualifiche, corrispondente al secondo ciclo dei titoli accademici

Che cosa fa

Attività

Descrizione

 Realizza un mangime composto integrato.

 dosando opportunamente tutti gli elementi utili per una corretta alimentazione animale

 Elabora piani di razionamento alimentare.

 in grado di migliorare la produttività dell’allevamento

 Verifica il rispetto delle norme cogenti nazionali sulla sicurezza alimentare.

 preparando le aziende alle visite ispettive previste dalla normativa, predisponendo la documentazione obbligatoria, sovrintendendo ai prelievi, ricevendo le comunicazioni rilasciate dall’autorità competente.

 Certifica il rispetto delle norme di disciplinari ad adesione volontaria.

 realizzando una prima visita di valutazione, individuando eventuali non conformità e programmando azioni correttive volte a risolverle.

 Commercializza gli alimenti zootecnici presso gli allevamenti.

 promuovendo e vendendo mangimi alimenti e prodotti per l’allevamento presso le aziende agricole e zootecniche del territorio.

 Programma politiche pubbliche per lo sviluppo del settore zootecnico.

 individuando aree di intervento prioritarie per la programmazione di azioni di promozione e sviluppo.

 Attua interventi di consulenza genetica.

 programmando e realizzando piani di accoppiamento volti a migliorare il patrimonio genetico dell’allevamento.

Dove lavora? Ambienti e organizzazione

L' ESPERTO IN PRODUZIONI ANIMALI può lavorare in:

industrie di produzione mangimistica

 

 

 

industrie di prodotti per l’allevamento

 

 

 

associazioni di categoria o di prodotto ed enti di certificazione

 

 

 

aziende pubbliche

 

 

 

INDUSTRIE DI PRODUZIONE DI MANGIMISTICA

L’ ESPERTO IN PRODUZIONI ANIMALI può essere impiegato nella produzione o nella vendita.

Nel primo caso si occupa della formulazione dei mangimi che permettano di ottenere un prodotto di elevata qualità in grado di soddisfare le esigenze produttive degli allevamenti . Nel secondo caso, si occupa della presentazione di prodotti mangimistici alle aziende (offrendo così anche un servizio di consulenza utile per chi non può permettersi in proprio un ESPERTO IN PRODUZIONI ANIMALI) e collabora al processo di produzione, riportando i feedback raccolti dai clienti.

ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA O DI PRODOTTO

L’associazionismo degli allevatori in Italia è coordinato dall’Associazione Italiana Allevatori (AIA) cui fanno riferimento le Associazioni Nazionali per Specie e Razza (ANA), le Associazioni Regionali (ARA) e le Associazioni Provinciali (APA). Questi Enti senza fini di lucro offrono ai propri soci soluzioni ai problemi di tipo nutrizionistico, riproduttivo e gestionale contribuendo ad una più efficiente gestione dell’impresa zootecnica.

Le associazioni offrono inoltre, grazie all’operato diESPERTI IN PRODUZIONI ANIMALI e medici veterinari, un servizio di riconoscimento di razza mettendo così a disposizione dell’allevatore un’attività a valenza pubblica.

AZIENDE PUBBLICHE

L' ESPERTO IN PRODUZIONI ANIMALI si occupa della programmazione di politiche di promozione e sviluppo dei territori: suggerisce i programmi e ne segue la realizzazione, rispondendo direttamente ai responsabili dell’amministrazione pubblica. Svolge quindi un’importante azione di mediazione fra esigenze politiche, economiche e professionali.

Quali sono le condizioni di lavoro?

INDUSTRIE DI PRODUZIONE DI MANGIMI

L' ESPERTO IN PRODUZIONI ANIMALI può lavorare sia come dipendente sia come libero professionista.

Se è impiegato nella fase di produzione collabora con ingegneri e tecnici ed opera in orari strutturati.

Se è inserito nel ramo delle vendite, gli viene richiesta una certa disponibilità a spostarsi per raggiungere le aziende potenziali clienti.

ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA O DI PRODOTTO

L' ESPERTO IN PRODUZIONI ANIMALI può lavorare come dipendente o come consulente.

In entrambi i casi, il lavoro si svolge per lo più all’esterno pur prevedendo una parte di lavoro d’ufficio.

Di solito, si effettuano visite che possono richiedere spostamenti impegnativi ed è richiesto di lavorare a contatto con animali zootecnici ed in orari a volte non convenzionali. Ad esempio, il controllo della mungitura avviene al mattino molto presto.

AZIENDE PUBBLICHE

L' ESPERTO IN PRODUZIONI ANIMALI lavora generalmente come dipendente e si interfaccia con amministratori pubblici, tecnici cittadini e allevatori.

Attività e competenze

ATTIVITÀ

COMPETENZE

RISULTATI

Realizza un mangime composto integrato

  • analizzare le materie prime disponibili sul mercato
  • definire le componenti di una formula ottimale
  • definire con programmi informatizzati la formula mangimistica corrispondente alle caratteristiche nutrizionali desiderate
  • scegliere le materie prime più idonee per ottimizzare economicamente la formula
  • controllare la corrispondenza analitica fra la formula ipotizzata e quella effettivamente prodotta (controllo di conformità)
  • apportare modifiche al magime per ottenere la corrispondenza tra la formula e lo stesso

Mangime composto integrato analizzato e pronto per la vendita

Elabora piani di razionamento alimentare

  • rilevare ed analizzare le prestazioni produttive e riproduttive degli animali per individuare aree di possibile miglioramento
  • individuare i fabbisogni alimentari degli animali
  • stilare regimi alimentari in grado di soddisfare i fabbisogni nutritivi degli animali e di migliorare le prestazioni produttive

Tabelle che definiscono i piani di razionamento alimentare in grado di aumentare la produttività dell’allevamento

Verifica il rispetto delle norme cogenti nazionali sulla sicurezza alimentare

  • valutare la conformità dei processi e dei prodotti delle aziende alle norme previste dalla legge

Rapporti contenenti evidenze di conformità o non conformità presenti nell’azienda ispezionata

Certifica il rispetto delle norme di disciplinari ad adesione volontaria

  • valutare la conformità dei processi e dei prodotti delle aziende
  • individuare azioni correttive per sanare eventuali non conformità riscontrate

Rilascio di una certificazione

Commercializza gli alimenti zootecnici presso gli allevamenti

  • attivare contatti con le aziende agricole e/o zootecniche del territorio
  • individuare i fabbisogni alimentari degli animali
  • formulare una proposta di piani di razionamento alimentare volto a soddisfare i bisogni rilevati
  • promuovere e vendere i prodotti necessari per la razione formulata

Vendita dei prodotti nutrizionali

Programma politiche pubbliche per lo sviluppo del settore zootecnico

  • analizzare il settore zootecnico per identificarne le caratteristiche strutturali e le opportunità di sviluppo
  • individuare delle aree di intervento prioritarie
  • programmare interventi mirati nelle aree individuate
  • gestire i rapporti con le associazioni, organizzazioni professionali, aziende del territorio cui si affidano gli interventi
  • elaborare report sullo stato di avanzamento dei lavori

Rapporti e documenti a sostegno di politiche pubbliche coerenti con le esigenze del settore e del territorio

Attua interventi di consulenza genetica

  • analizzare le caratteristiche morfofunzionali degli animali
  • creare piani di accoppiamento volti al miglioramento genetico dell’allevamento
  • apportare modifiche ai piani di accoppiamento per eventuale miglioramento

Piani di miglioramento del patrimonio genetico dell’allevamento

Quali conoscenze è necessario avere?

Conoscenze specialistiche

  • Caratteristiche delle materie prime dell’industria mangimistica
  • Mercato dei mangimi e loro caratteristiche nutrizionali
  • Normativa sulle materie prime dei mangimi, sugli integratori e sugli additivi per l’alimentazione animale
  • Metodi di ricerca nell’ambito alimentare e nutrizionale
  • Tecniche di razionamento degli animali di interesse zootecnico
  • Valutazione nutrizionale degli alimenti
  • Miglioramento genetico
  • Indicatori di produttività di un allevamento e delel performance produttive degli animali
  • Normativa sul benessere animale e sulla gestione dei reflui
  • Tecniche di allevamento e riproduzione animale
  • Tecniche di vendita
  • Conoscenze organizzative dei contesti locali di riferimento

Conoscenze generali

  • Fisica
  • Elementi di chimica
  • Elementi di biochimica
  • Elementi di biologia animale
  • Elementi di microbiologia generale
  • Fisiologia veterinaria
  • Zoologia

Che cosa deve saper fare?

Abilità specialistiche principali

  • Applicare metodiche di analisi chimica e fisica degli alimenti zootecnici
  • Applicare tecniche di descrizione scientifica del prodotto nutrizionale
  • Applicare tecniche di valutazione dello stato nutrizionale e della condizione corporea
  • Applicare tecniche di ottimizzazione dei mangimi e razionamento degli animali
  • Utilizzare software per la formulazione di regimi alimentari animali
  • Applicare metodi statistici per la valutazione degli effetti dei razionamenti applicati
  • Applicare tecniche di miglioramento genetico
  • Applicare tecniche di gestione/contenimento degli animali
  • Applicare tecniche di inseminazione strumentale nelle specie di interesse zootecnico ad esclusione di quella equina

Abilità generali principali

  • Applicare metodiche di analisi microbiologica
  • Applicare tecniche di pianificazione delle attività
  • Applicare tecniche di promozione dell’educazione sanitaria in allevamento
  • Applicare modalità di verifica delle informazioni
  • Applicare tecniche di comunicazione efficace

Quali comportamenti lavorativi deve sviluppare?

Collaborazione-Cooperazione

lavorare in modo costruttivo e in sinergia per il raggiungimento degli obiettivi comuni, condividere progetti, informazioni e risorse

Logica-Pensiero analitico

comprendere le situazioni, scomponendole nei loro elementi costitutivi, individuando relazioni e sequenze cronologiche e valutare le conseguenze in una catena di cause ed effetti

Orientamento al cliente/utente

anticipare, riconoscere e soddisfare le esigenze del cliente interno/esterno e predisporre soluzioni personalizzate, efficaci e soddisfacenti dal punto di vista della qualità del servizio reso

Orientamento all’innovazione e al cambiamento

essere aperti a idee e approcci nuovi, saper individuare e cogliere le opportunità, non temere l’errore ma piuttosto viverlo come un’occasione di apprendimento e miglioramento

Propensione all’ascolto e al dialogo

essere disponibili all’ascolto e all’interazione col pubblico

Percorso formativo formale

L’ESPERTO IN PRODUZIONI ANIMALI può accedere alla sezione A dell’albo dei Dottori Agronomi e Forestali se è in possesso di una laurea magistrale in classe LM86 (79S del vecchio ordinamento)(scienze e tecnologie agrozootecniche) e previo il superamento di specifico Esame di Stato. L’iscrizione all’Albo è necessaria SOLO per l’esercizio della libera professione.

L’iscrizione all’Albo non è invece possibile per i laureati triennali in classe 38, 40 del vecchio ordinamento, (scienze e tecnologie zootecniche e delle produzioni animali).

Come si sviluppa la carriera?

Nel corso della propria carriera l’ESPERTO IN PRODUZIONI ANIMALI può incrementare il proprio livello di responsabilità, acquisendo anche funzioni di coordinamento di gruppi di lavoro.

Informazioni

Ascolta i consigli di Gianfranco Corgiat Loia, ex Direttore del Servizio Agricoltura Regione Piemonte

Volumi
  • Pagnacco G., Genetica animale applicata, Casa Editrice Ambrosiana
  • Nicholas F.W., Introduction to veterinary genetics, Blackwell Publishing
  • McDonald P., Edwards R.A., Greenhalgh J.F.D., Nutrizione animale, Tecniche Nuove
  • Balasini D., Zootecnica applicata: bovini e bufali, Calderini Edagricole
  • Balasini D., Zootecnica applicata: equini, Calderini Edagricole
  • Balasini D., Zootecnica applicata: suini, Calderini Edagricole
  • Balasini D., Zootecnica applicata: ovicaprini, Calderini Edagricole
  • Baalsini D., Zootecnica applicata: avicunicoli, Calderini Edagricole
  • Balasini D., Zootecnica speciale, Calderini Edagricole
  • Balasini D., Zoognostica, Calderini Edaagricole
  • Bittante G., Andrighetto I., Ramanzin M., Tecniche di produzione animale, Liviana
  • Veggetti A., Falaschini A., Anatomia, Fisiologia, Zoognostica, Edagricole
  • Cerolini S., Marzoni M., Romboli I., Schiavone A., Zaniboni L., Avicoltura e Coniglicoltura, Le Point Veterinaire Italie
Riviste
  • L'Informatore agrario, Ed. Informatore agrario 
  • Informatore zootecnico, Ed. Il sole 24 ore
  • Professione allevatore, Ed. Le point Veterinarie Italie
Siti

Video

Le interviste ai professionisti e gli approndimenti sui luoghi di lavoro.

Guarda i video

Statistiche

Analizza le statistiche del mercato del lavoro.

Guarda le statistiche