Figure Professionali
Professioni

Addetto alla gestione delle risorse umane, Addetta alla gestione delle risorse umane

HR Assistant, Responsabile delle risorse umane

L’ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE garantisce una corretta gestione del personale in modo che risulti funzionale agli obiettivi strategici dell’azienda.

Può intervenire in tutti i processi che afferiscono alla gestione del personale: dalla ricerca, selezione ed inserimento e dimissione del personale, alla gestione vera e propria (formazione, valutazione, politiche retributive, amministrazione e relazioni sindacali).Pianifica interventi di valutazione, motivazione, formazione e sviluppo delle risorse umane.

Il grado di specializzazione dipende fortemente dalle dimensioni dell’organizzazione presso cui opera e dalle modalità di divisione del lavoro.

leggi tutto

Figure di prossimità

Quali norme regolano la professione

Non vi sono norme specifiche che regolano la professione. Non vi sono albi specifici e/o titoli specifici per accedere alla professione.

Livello EQF

VI livello del Quadro Europeo delle Qualifiche, corrispondente al primo ciclo dei titoli accademici

Che cosa fa

Attività

Descrizione

 Partecipa alla definizione delle competenze necessarie all’organizzazione

 per la copertura di bisogni esplicitati dai responsabili di funzione, di area o di progetto in termini di risorse umane e valuta tali bisogni anche in riferimento a possibili mobilità interne all’organizzazione

 Valida il fabbisogno previsionale di personale

 nell’elaborazione dei piani aziendali annuali.

 Seleziona il personale

 in base a specifici job descriptor precedentemente elaborati

 Progetta/elabora piani di formazione individuali

 individuali o di gruppo sulla base di specifici obiettivi aziendali, di commessa o di funzione

 Gestisce le pratiche amministrative del personale

 definendo il contratto individuale ed inserendo il neo-assunto nel sistema di amministrazione del personale

 Inserisce neo-assunti

 accompagnando, anche con azioni di turoring/mentoring, il processo di esplorazione dell’azienda e di comprensione della propria attività

 Partecipa al monitoraggio delle prestazioni

 del personale inserito in un’ottica di miglioramento continuo delle competenze dell’organizzazione

 Progetta/elabora piani di formazione individuali o di gruppo

 secondo una logica di miglioramento della prestazione e/o dei processi di lavoro

 Partecipa alla valutazione delle prestazioni

 del personale inserito

 Gestisce le relazioni sindacali

 

Dove lavora? Ambienti e organizzazione

L’ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE può lavorare in:

IMPRESE PRIVATE

 

IMPRESE PUBBLICHE

 

Indipendentemente dall’ambito lavorativo, l’ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE è generalmente inserito nella Direzione risorse umane.

Il suo compito è di partecipare all’inserimento del personale, alla ricerca e alla selezione, elaborando i profili dei candidati e talvolta affiancando i responsabili durante i colloqui, cura l’amministrazione del personale.

Per quanto riguarda la gestione del personale già presente o appena inserito, valuta eventuali esigenze di formazione e gestisce lo sviluppo della carriera occupandosi, a volte, anche di problematiche sindacali e cercando di fare da mediatore nelle politiche di retribuzione. E’ una figura fondamentale per misurare il rendimento dei lavoratori e la loro soddisfazione, premessa importante per il raggiungimento degli obiettivi di un’azienda. Partecipa alla predisposizione ed alla realizzazione delle attività informative e formative nel campo della salute e della sicurezza.

Il grado di specializzazione dipende fortemente dalle dimensioni dell’organizzazione presso cui opera e dalle modalità di divisione del lavoro, anche in riferimento al ricorso a consulenti esterni, al tipo di relazioni con l’ambito amministrativo dell’azienda oltre che alle caratteristiche specifiche della persona.

Quali sono le condizioni di lavoro?

L’ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE è in genere un dipendente a tempo indeterminato, ma può svolgere la sua professione anche come consulente esterno in enti pubblici o come lavoratore autonomo. Nello svolgimento del suo lavoro, l’ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE deve saper dialogare efficacemente con le altre funzioni aziendali.

L’orario di lavoro è standard e a tempo pieno e gli ambienti di lavoro sono normalmente luoghi di ufficio.

Attività e competenze

ATTIVITÀ

COMPETENZE

RISULTATI

Partecipa alla definizione delle competenze necessarie

  • analizzare i fabbisogni professionali in relazione agli obiettivi aziendali
  • prevedere la quantità e la qualità delle risorse umane da acquisire

Fabbisogno previsionale di personale da assumere per la copertura delle competenze necessarie in riferimento ai piani strategici

Valida il fabbisogno previsionale di personale

  • riesaminare i fabbisogni professionali individuati in relazione alle valutazioni economiche aziendali
  • determinare un piano strategico per la selezione del personale

Piano previsionale di assunzione del del personale e politiche di reclutamento e selezione

Seleziona il personale

  • utilizzare tecniche di ricerca del personale
  • analizzare i curricula dei candidati
  • somministrare test per la valutazione dei candidati
  • condurre colloqui di selezione del personale

Personale selezionato

Progetta/elabora piani di formazione individuali

  • rilevare ed analizzare i bisogni formativi dei neo-assunti
  • pianificare e progettare Piani di Formazione individuali in coerenza con i bisogni individuati

Piani di Formazione individuali definiti.

Gestisce le pratiche amministrative del personale

  • conoscere le diverse forme contrattuali
  • individuare la forma contrattuale più idonea per i neo assunti
  • elaborare paghe e contributi
  • applicare le norme previdenziali
  • gestire il contenzioso

Contratto individuale/Gestione delle pratiche amministrative di inserimento definite

Inserisce neo-assunti

  • inserire i neo-assunti nel ruolo per il quale sono stati selezionati

Neo-assunti inseriti nell’organizzazione

Monitora le prestazioni

  • definire degli indicatori per il monitoraggio delle prestazioni del personale
  • osservare con i responsabili il lavoro svolto ed il comportamento tenuto dagli assunti
  • definire Progetti di carriera individuali per il personale sulla base delle osservazioni effettuate

Prestazioni monitorate e Progetto di carriera definito

Progetta/elabora piani di formazione individuali o di gruppo

  • rilevare ed analizzare i bisogni formativi del personale
  • pianificare e progettare Piani di Formazione individuali in coerenza con i bisogni individuati ed in una logica di miglioramento ed aggiornamento delle prestazioni e/o dei processi di lavoro

Corso formativo pianificato e concordato

Valuta le prestazioni

  • analizzare gli indicatori definiti nella fase di monitoraggio
  • valutare il personale sulla base degli indicatori definiti e del comportamento tenuto

Prestazioni del personale valutate e politiche retributive definite

Gestisce le relazioni sindacali

  • illustrare piani strategici definiti
  • analizzare proposte di variazione/miglioramento
  • negoziare soluzioni
  • mediare fra esigenze della Direzione aziendale ed esigenze sindacali

Piani strategici rispettati

Quali conoscenze è necessario avere?

Conoscenze specialistiche

  • Elementi di contrattualistica del lavoro, contratti collettivi nazionali (CCNL) e sistemi retributivi
  • Metodi e strumenti per la selezione del personale
  • Metodi di rilevazione dei bisogni formativi
  • Metodi di progettazione e valutazione dei progetti formativi
  • Metodologie di analisi delle competenze e di valutazione delle prestazioni
  • Metodi incentivanti
  • Sistemi informatici per la gestione delle risorse umane
  • Elementi di comunicazione
  • Fonti di finanziamento per la formazione continua

Conoscenze generali

  • Elementi di organizzazione aziendale
  • Elementi di psicologia del lavoro
  • Giurisprudenza in materia di diritto del lavoro
  • Mercato del lavoro locale
  • Normativa sulla riforma del mercato del lavoro
  • Normativa sulla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori in tutti i settori di attività privati e pubblic

Che cosa deve saper fare?

Abilità specialistiche principali

  • Applicare tecniche di analisi di fabbisogni professionali e di ricerca del personale
  • Applicare modalità di conduzione di colloqui di selezione
  • Applicare procedure di assunzione e di elaborazione di contratti
  • Applicare tecniche di valutazione del potenziale risorse umane
  • Applicare metodologie di rilevazione ed analisi dei bisogni formativi
  • Applicare metodologie di pianificazione e progettazione formativa
  • Applicare tecniche di valutazione della formazione
  • Applicare tecniche di comunicazione
  • Applicare tecniche di gestione del personale
  • Utilizzare software applicativi e servizi web-based per la gestione delle risorse umane

Abilità generali principali

  • Applicare tecniche di analisi organizzativa
  • Applicare tecniche di analisi di processi aziendali
  • Applicare tecniche di ascolto attivo
  • Applicare tecniche di negoziazione

Quali comportamenti lavorativi deve sviluppare?

Consapevolezza organizzativa

prestare attenzione ai segnali, ai cambiamenti e agli output che giungono dal contesto organizzativo; intuire evoluzioni e sviluppi; ascoltare e riconoscere le tendenze strategiche in atto

Propensione all’ascolto e al dialogo

essere disponibili all’ascolto e all’interazione col pubblico

Valorizzazione degli altri

concorrere allo sviluppo delle persone, far emergere le esigenze di crescita dando rilievo alle abilità di ciascuno; favorire l'apprendimento e lo sviluppo a lungo termine con un appropriato livello di analisi dei bisogni, di riflessione, di impegno; facilitare l’assunzione di responsabilità dei collaboratori valorizzandone le potenzialità

Percorso formativo formale

Poiché non esistono norme o leggi specifiche che regolano la professione, non sono richiesti titoli di studio, abilitazioni, iscrizioni ad albi o periodi minimi di pratica professionale obbligatori.

Come si sviluppa la carriera?

L’ingresso dei giovani laureati avviene generalmente con la mansione di Addetti alla gestione delle risorse umane o del personale (anche HR junior). Essi eseguono attività di supporto necessarie per la gestione del personale, registrano le presenze, le ore di lavoro e le assenze per ferie o per altri motivi, acquisendo la documentazione relativa, inoltrando comunicazioni ed ordini di servizio, eseguendo le procedure di assunzione, licenziamento ed assegnazione, acquisendo ed inoltrando la documentazione dovuta di ufficio.

A livello di carriera, un ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE può aspirare a diventare Direttore del personale (o Responsabile delle risorse umane), in senso verticale.

In senso orizzontale ha inoltre la possibilità di ampliare le proprie competenze arricchendo l’area di intervento e specializzandosi in uno o più ambiti: selezione, formazione-sviluppo, amministrazione, gestione delle relazioni sindacali.

Informazioni

Ascolta i consigli di Dario D'Amato, Responsabile Formazione Commerciale CNH (Fiat Industrial)

Volumi

In fase di aggiornamento

Riviste

In fase di aggiornamento

Siti

Video

Le interviste ai professionisti e gli approndimenti sui luoghi di lavoro.

Guarda i video

Statistiche

Analizza le statistiche del mercato del lavoro.

Guarda le statistiche