Figure Professionali
Professioni

Addetto alla comunicazione interna, Addetta alla comunicazione interna

L’ADDETTO ALLA COMUNICAZIONE INTERNA di un’impresa collabora con il “Responsabile della comunicazione interna” alla pianificazione, gestione e analisi dell’insieme dei processi di interazione e scambio di informazioni tra il management e le persone che costituiscono i processi produttivi dell’azienda. Il compito della comunicazione interna è quello di contribuire allo sviluppo e mantenimento di una cultura aziendale, creare sinergie, favorire la motivazione delle persone e la condivisione dei saperi e delle conoscenze all'interno dell’organizzazione.
Sotto la supervisione del Responsabile, l’addetto collabora allo sviluppo di piani di comunicazione interni all'organizzazione, coerenti con quelli di eventuali altre funzioni di comunicazione (istituzionale/pubblica relazioni esterne; commerciale/marketing). Valuta tempi, modalità, target, strumenti e contenuti dei messaggi da comunicare ed effettua il monitoraggio dello sviluppo e dell’impatto delle diverse azioni contenute nei piani di comunicazione.

leggi tutto

Quali norme regolano la professione

Non vi sono norme specifiche che regolano la professione. Non vi sono albi professionali e/o titoli specifici per accedere alla professione.

Livello EQF

VI livello del Quadro Europeo delle Qualifiche, corrispondente al primo ciclo dei titoli accademici

Che cosa fa

Attività

Descrizione

 Progetta il piano di comunicazione interna

 individuando i contenuti e gli strumenti da utilizzare per veicolare le informazioni, in funzione sia agli obiettivi strategici forniti dalla direzione che alle persone/funzioni a cui è diretto

 Predispone gli strumenti di comunicazione interna

 valutandone l’adeguatezza rispetto agli obiettivi e ai pubblici a cui sono rivolti

 Gestisce il piano di comunicazione interna

 pianificando le modalità esecutive del piano di comunicazione, controllando il rispetto dei tempi e delle modalità di realizzazione, analizzando i risultati degli indicatori di efficacia degli interventi/strumenti adottati

Dove lavora? Ambienti e organizzazione

Qualsiasi azienda

 

la funzione comunicazione può essere in staff alla direzione o all’interno della direzione marketing e può essere più o meno articolata in funzione della dimensione dell’azienda. Nelle organizzazioni più strutturate la comunicazione d’impresa può essere realizzata da più funzioni (comunicazione interna, istituzionale, commerciale), nelle organizzazioni più piccole è facile che un’unica funzione si occupi di tutti i livelli di comunicazione.

 

Quali sono le condizioni di lavoro?

L’ADDETTO ALLA COMUNICAZIONE INTERNA è generalmente un dipendente a tempo indeterminato che affianca il RESPONSABILE ALLA COMUNICAZIONE INTERNA dell’azienda, di solito è in staff alla direzione ma può anche dipendere dalla direzione marketing.

La modalità più efficace per entrare nell’impresa è quello dello stage post laurea, utile per avvicinarsi alla professione, acquisire esperienza e avere la possibilità di far apprezzare le proprie capacità.

E’ un lavoro in cui occorre saper:

  • confrontarsi con i vertici aziendali, i responsabili di funzioni/reparti dell’impresa e i dipendenti
  • gestire autonomamente i piani di comunicazione concordati.

L’attività si svolge normalmente durante l’orario di ufficio, occorre però essere flessibili per poter gestire l’organizzazione e la realizzazione di eventi speciali (family day, meeting…) in orari extra lavorativi o giorni festivi.

Attività e competenze

ATTIVITÀ

COMPETENZE

RISULTATI

Progetta il piano di comunicazione interna

  • rilevare l’esigenza comunicativa dell’organizzazione
  • definire gli obiettivi strategici del piano di comunicazione
  • definire i pubblici a cui è diretto
  • individuare contenuti, mezzi e canali da attivare, azioni, fasi operative, risorse e tempi
  • formulare indicatori capaci di misurare efficacia/efficienza degli interventi

Piano di comunicazione

Predispone gli strumenti di comunicazione interna

  • valutare l’adeguatezza degli strumenti rispetto agli obiettivi e ai pubblici
  • selezionare gli strumenti in base a tempi, risorse, costi
  • valutare la funzionalità dei mezzi informatici di comunicazione in relazione ai diversi indicatori di prestazione
  • trasferire al team operativo/organizzativo il piano di lavoro (possono essere anche consulenti esterni)

Valutazione degli strumenti da adottare

Gestisce il piano di comunicazione interna

  • coordinare il lavoro di eventuali collaboratori interni/esterni
  • monitorare l’avanzamento delle attività (tempi, costi …)
  • rilevare in itinere l’efficacia degli interventi e degli strumenti adottati

Piano di lavoro

Analisi dell’efficacia degli interventi

Quali conoscenze è necessario avere?

Conoscenze specialistiche

  • Tecniche di scrittura
  • Normativa di riferimento sull’informazione
  • Psicologia della comunicazione 
  • Tecniche, strumenti e modalità di comunicazione (new media…)
  • Metodologie di rilevazione efficacia/gradimento
  • Tecniche di Project management
  • Organizzazione e cultura aziendale

Conoscenze generali

  • Lingua italiana
  • Tecniche redazionali
  • Elementi di marketing

Che cosa deve saper fare?

Abilità specialistiche principali

  • Applicare tecniche di segmentazione dei pubblici
  • Applicare metodologie di definizione e gestione dei piani di comunicazione
  • Applicare tecniche di progettazione di prodotti per la comunicazione (slide, brochure, newsletter, eventi collettivi…)
  • Applicare tecniche di scrittura di testi

Abilità generali principali

  • Applicare tecniche di comunicazione interpersonale
  • Applicare tecniche di ascolto attivo
  • Applicare tecniche di monitoraggio del piano di lavoro

Quali comportamenti lavorativi deve sviluppare?

Collaborazione-Cooperazione

lavorare in modo costruttivo e in sinergia per il raggiungimento degli obiettivi comuni, condividere progetti, informazioni e risorse

Consapevolezza organizzativa

prestare attenzione ai segnali, ai cambiamenti e agli output che giungono dal contesto organizzativo; intuire evoluzioni e sviluppi; ascoltare e riconoscere le tendenze strategiche in atto

Orientamento al cliente/utente

anticipare, riconoscere e soddisfare le esigenze del cliente interno/esterno e predisporre soluzioni personalizzate, efficaci e soddisfacenti dal punto di vista della qualità del servizio reso

Percorso formativo formale

Non esiste nessun percorso formale obbligatorio per svolgere la professione.

Percorso formativo consigliato

E’ indispensabile il continuo aggiornamento e per questo possono essere utili corsi di specializzazione sui temi e gli strumenti della comunicazione d’impresa.

Come si sviluppa la carriera?

L’ADDETTO ALLA COMUNICAZIONE INTERNA rappresenta una figura di ingresso che, attraverso il consolidamento dell’esperienza e una profonda conoscenza dell’azienda può diventare Responsabile della comunicazione interna o lavorare nelle eventuali altre funzioni di comunicazione presenti in azienda quali la Comunicazione Istituzionale o Commerciale.

Informazioni

Volumi
  • A. Di Raco e G.M. Santoro, 1996, Il manuale della comunicazione interna, Guerini e Associati
  • E. Invernizzi, 2003, La comunicazione organizzativa: teorie, modelli, metodi, Giuffrè
  • D. Bernstein, 2005, Company image. La comunicazione d'Impresa tra immagine e realtà, Guerini e Associati
  • Weinberger, D., 2002, Arcipelago web, Sperling & Kupfer
Siti

Video

Le interviste ai professionisti e gli approndimenti sui luoghi di lavoro.

Guarda i video

Statistiche

Analizza le statistiche del mercato del lavoro.

Guarda le statistiche