Attività e competenze

ATTIVITÀ

COMPETENZE

RISULTATI

Predispone il budget aziendale (bilancio preventivo aziendale)

  • definire le caratteristiche e la struttura del budget aziendale generale, definire gli indicatori che misurano gli obiettivi
  • supportare la redazione dei budget finanziari, commerciali e produttivi
  • eseguire operazioni di consolidamento dei budget di funzione
  • predisporre il budget economico, il budget finanziario e il budget patrimoniale
  • definire le caratteristiche e la struttura dei rapporti di analisi in funzione dei modelli di contabilità aziendale e delle esigenze informative
  • individuare dati e serie storiche aziendali necessari per la predisposizione del budget

Budget (Bilancio preventivo)

Acquisisce i dati per misurare il valore degli indicatori

  • selezionare i flussi informativi da utilizzare per l’attività di analisi, avvalendosi del sistema informativo aziendale
  • estrarre i dati
  • caricare i dati su database o datawarehouse

Dati raccolti

Elabora i dati e comunica i risultati

  • utilizzare tecniche di contabilità analitica nell’individuazione dei costi aziendali
  • reperire dati standard di bilancio
  • imputare i costi ai centri di responsabilità/di costo
  • eseguire conteggi per ottenere informazioni sui principali dati economici relativi a costi, commesse, centri di costo, ecc.
  • identificare gli scostamenti tra quanto realizzato e quanto programmato, calcolando il valore degli indicatori degli obiettivi
  • adottare modalità di elaborazione e presentazione del rapporto di analisi, differenziate in relazione alle scadenze temporali di consegna e ai destinatari
  • redigere rapporti periodici

Rapporti intermedi di analisi degli indicatori

Formula azioni correttive e proposte di miglioramento

  • individuare relazioni tra i dati rilevati e le cause dei relativi scostamenti
  • collabora nella fase di elaborazione di azioni di miglioramento

Piano di miglioramento

Misura il valore finale degli indicatori e lo comunica

  • utilizzare tecniche di contabilità analitica nell’individuazione dei costi aziendali
  • reperire dati standard di bilancio
  • imputare i costi ai centri di costo
  • eseguire conteggi per ottenere informazioni sui principali dati economici relativi a costi, commesse, centri di costo, ecc.
  • identificare gli scostamenti tra quanto realizzato e quanto programmato, calcolando il valore degli indicatori degli obiettivi
  • adottare modalità di elaborazione e presentazione del rapporto di analisi, differenziate in relazione alle scadenze temporali di consegna e ai destinatari
  • redigere il rapporto finale

Rapporto finale di analisi degli indicatori

Quali conoscenze è necessario avere?

Conoscenze specialistiche

  • Principi di economia aziendale e ragioneria
  • Principi di organizzazione aziendale
  • Processi aziendali
  • Bilancio civilistico, bilancio consolidato
  • Tecniche di analisi di bilancio
  • Elementi di statistica
  • Elementi di contabilità analitica
  • Standard internazionali dei sistemi di contabilità e di reporting

Conoscenze generali

  • Elementi di economia aziendale e principi di contabilità generale
  • Elementi di ragioneria
  • Tecniche di elaborazione dei dati
  • Lingua inglese

Che cosa deve saper fare?

Abilità specialistiche principali

Alcune delle abilità richieste a questa figura professionale vengono prevalentemente acquisite sul campo, in quanto dipendono direttamente dalle procedure interne e dai software di gestione adottati.

Abilità specialistiche principali
  • Applicare tecniche di controllo di gestione
  • Utilizzare strumenti operativi di controllo di gestione
  • Applicare tecniche di budgeting
  • Applicare tecniche di analisi statistica dei dati
  • Utilizzare software di foglio elettronico a livello avanzato

Abilità generali principali

  • Applicare tecniche di redazione documentale
  • Utilizzare strumenti di reporting

Quali comportamenti lavorativi deve sviluppare?

Collaborazione-Cooperazione

lavorare in modo costruttivo e in sinergia per il raggiungimento degli obiettivi comuni, condividere progetti, informazioni e risorse

Creatività

ricercare soluzioni originali ed efficaci, approcciare in modo creativo i problemi di lavoro, tentare soluzioni non convenzionali, sviluppare un ambiente favorevole all’innovazione

Logica-Pensiero analitico

comprendere le situazioni, scomponendole nei loro elementi costitutivi, individuando relazioni e sequenze cronologiche e valutare le conseguenze in una catena di cause ed effetti

Orientamento al cliente/utente

anticipare, riconoscere e soddisfare le esigenze del cliente interno/esterno e predisporre soluzioni personalizzate, efficaci e soddisfacenti dal punto di vista della qualità del servizio reso

Percorso formativo formale

Poiché non esistono norme o leggi specifiche che regolano la professione, non sono richiesti titoli di studio specifici, abilitazioni, iscrizioni ad albi o periodi minimi di pratica professionale obbligatori.

Come si sviluppa la carriera?

Vista la natura del suo lavoro, il CONTROLLER acquisisce una conoscenza a 360° della realtà aziendale. Per questo la sua carriera si può strutturare sia verticalmente (può diventare Responsabile della pianificazione e controllo, Responsabile amministrativo, ecc.) sia orizzontalmente, verso altre funzioni aziendali. Inoltre, dopo una significativa esperienza come dipendente all'interno di un'impresa, è possibile dedicarsi all'attività consulenziale presso società di consulenza o in proprio.