Psicologo, Psicologa

Attività e competenze
Che cosa deve essere in grado di fare?

Le attività e competenze richieste dalla professione possono differire anche di molto in funzione del campo di applicazione.

Le competenze di base comuni a tutti gli interventi psicologici sono:

ATTIVITÀ COMPETENZE RISULTATI
Diagnosi
  • condurre il colloquio anamnestico e psicodiagnostico
  • somministrare e interpretare test e prove psicodiagnostiche
  • condurre interviste strutturate
  • applicare strumenti osservativi
  • realizzare perizie e valutazioni delle competenze dei soggetti
  • valutare la situazione e il contesto, in termini di problemi da affrontare e risorse disponibili o da attivare
  • definire con il cliente gli obiettivi raggiungibili con l’intervento e i tempi necessari

Sintesi psicodiagnostica

Progetto di intervento

Abilitazione - Riabilitazione - Sostegno
  • programmare i percorsi di intervento psicologico
  • collaborare con eventuali equipe multidisciplinari per la definizione/realizzazione dell’intervento
  • condurre il colloquio psicologico individuale, di coppia/familiare, di gruppo o organizzativo
  • osservare dal punto di vista clinico e comportamentale
  • applicare strumenti di valutazione psicologica individuali e di gruppo
  • utilizzare tecniche di counseling a livello individuale, di coppia, di gruppo e di organizzazione
  • condurre il colloquio clinico e il trattamento psicologico
Documentazione raccolta nel percorso di intervento realizzato
Valutazione degli esiti dell’intervento 
  • valutare gli esiti del processo di sostegno/abilitazione/riabilitazione
  • valutare la necessità di proseguire l’attività con altri professionisti (psicoterapeuti, psichiatri, medici, insegnanti…)
  • effettuare la stesura di una relazione del processo terapeutico o di intervento

Relazione di trattamento

Documento di valutazione dei risultati dell’intervento

Carta d'identità
Carta di Identita

Lo psicologo è un professionista che può fare interventi di prevenzione, diagnosi, riabilitazione e sostegno rivolte all'individuo, alla coppia, alla famiglia, al gruppo, all’organizzazione allo scopo di migliorare la qualità della vita.

Lo psicologo è legittimato a compiere interventi che spaziano dalla salutogenesi, ossia la prevenzione del disagio e la promozione della salute psicologica, alla prevenzione dell’antisocialità e alla promozione del benessere relazionale e sociale, alla diagnosi e cura di alcuni disturbi mentali. In quest’ultimo caso si tratterà di curare i disturbi mentali attraverso terapie psicologiche (da non confondersi con gli interventi psicoterapeutici*).

La figura professionale dello psicologo si differenzia dalla figura professionaledellopsichiatraedello psicoterapeuta perché:

- lo psichiatra è un medico specializzato in psichiatria, ovvero quella branca della medicina che ha per oggettola diagnosi,la prevenzione ela terapia dellemalattie mentali (schizofrenia, depressione etc.)

- lo psicoterapeuta può essere o uno psicologo o un medico che ha frequentatola scuola quadriennale di specializzazione in psicoterapia.

Nota: La scheda descrittiva della professione è riferita alla figura professionale dello Psicologo perché è questa la dicitura a cui fa riferimento l’Albo Professionale degli Psicologi, ma viene articolata in modo tale da fornire informazioni su diversi ambiti di applicazione della professione.  

*Lo Psicoterapeuta, oltre alla laurea in psicologia o in medicina, e all’iscrizione all’Ordine degli Psicologi, ha una specializzazione post universitaria di almeno quattro anni. Lo psicologo-psicoterapeuta o il medico-psicoterapeuta, oltre alle attività di prevenzione, diagnosi, sostegno e riabilitazione, svolge attività di cura attraverso gli strumenti e le tecniche terapeutiche proprie della psicoterapia: la relazione, l’ascolto e la parola, naturalmente secondo specifiche tecniche basate sulle teorie fondamentali alle quali fa riferimento il professionista.

Dove Lavora

Lo PSICOLOGO, può operare in molteplici contesti:

PSICOLOGO CLINICO

 

ENTI PUBBLICI:

strutture sanitarie eservizi psicologici, mediciepsichiatrici (ASL,ospedali, cliniche, consultori, servizi di Neuropsichiatria infantile, servizi per tossicodipendenti)oltrechein scuole e servizi socioassistenziali ed educativi di Comuni, ProvinceeRegioni

STRUTTURE PRIVATE:

strutture sanitarie private, comunità terapeutiche, centri di riabilitazione, centri di ascolto, case famiglia, centri di aggregazione giovanile, centri di accoglienza, studi professionali, associazioni, fondazioni, ONG

 

PSICOLOGO DEL LAVORO

 

ENTI PUBBLICI:

strutturepubbliche(area risorse umane), scuole, enti di formazione

STRUTTURE PRIVATE:

aziende di servizi e produzione (area risorse umane), società di consulenza e formazione aziendale, studi professionali

 

PSICOLOGO ESPERTO IN SCIENZE DELLA MENTE

 

 ENTI PUBBLICI:

strutturesanitarie eservizi psicologici, mediciepsichiatrici, scuole

STRUTTURE PRIVATE:

enti di ricerca, aziende private, studi professionali, presidi ospedalieri

PSICOLOGO ESPERTO IN PSICOLOGIA CRIMINALE E INVESTIGATIVA

 

ENTI PUBBLICI:

tribunali, centri per la giustizia, istituti penitenziari, amministrazioni locali, ASL, SERT, procure, centri di mediazioneealtri servizi territoriali

STRUTTURE PRIVATE:

comunità terapeutiche, centri di riabilitazione, centri di ascolto, centri di accoglienza, studi legali, studi professionali

 

Percorso Formativo
Formazione e sviluppo professionale
C'è un percorso formale?

La normativa vigente (Legge 56/89, Ordinamento della professione di psicologo) definisce, in base al percorso di studi seguito, due diverse figure professionali: dottore in scienze psicologiche e psicologo.

Nel primo caso, la formazione richiesta è la laurea triennale in Scienze e tecniche psicologiche. Invece per ottenere il titolo di psicologo, è necessario proseguire gli studi iscrivendosi a uno dei corsi di laurea magistrale in Psicologia, di durata biennale (Psicologia clinica o Psicologia del lavoro).

Per svolgere la professione è necessario aver fatto un tirocinio, superare l’Esame di Stato e iscriversi all’Albo professionale, come stabilito dalla legge. All’interno dell’Albo sono istituite due sezioni: A, riservata agli psicologi e B, in cui si iscrivono i dottori in scienze psicologiche.

All’interno dell’Ordine è anche presente un elenco degli psicoterapeuti (titolo conseguito frequentando una scuola quadriennale o quinquennale di specializzazione in psicoterapia).

C'è un percorso consigliato?

E’ consigliabile il conseguimento della Laurea magistrale in Psicologia che consente di perfezionare la conoscenza e l’utilizzo degli strumenti teorici e metodologici precedentemente acquisiti nella laurea triennale. 

Come si sviluppa la carriera?

Lo PSICOLOGO può scegliere di frequentare una Scuola di Specializzazione che lo abilita alla psicoterapia. Esistono Scuole di Specializzazione pubbliche e private (riconosciute dal MIUR), ciascuna con uno o più modelli di riferimento (es. psicoanalisi freudiana, psicologia cognitiva-comportamentale, psicologia sistemico-relazionale, psicologia della salute, neuropsicologia, ecc.).

Le scuole di specializzazione universitarie riservate alla formazione post laurea degli psicologi sono in: psicodiagnostica, psicologia della salute, psicologia clinica, psicologia del ciclo di vita e neuropsicologia. Tutte queste scuole abilitano all’esercizio della psicoterapia (e quindi all’iscrizione all’elenco aggiunto degli psicoterapeuti).

Lo PSICOLOGO può anche arricchire la propria formazione frequentando un Master o un Dottorato di ricerca.

Naviga

Scarica

Video